Attilio Befera

“Non siamo contro la ricchezza, ma contro chi evade le tasse”:  è venuto a Reggio il direttore generale dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, a cementare un’alleanza coi Comuni nella lotta all’evasione fiscale, in un convegno organizzato dall’Anci, di cui è presidente il sindaco di Reggio, Graziano Delrio. I Comuni conoscono il territorio e dalle loro segnalazioni possono scaturire accertamenti per stanare i contribuenti infedeli. Tanto più ora che l’atteggiamento dell’opinione pubblica è sempre più severo verso chi evade le tasse. Ha ricordato Befera: “C’è la consapevolezza che così si sottraggono risorse ai servizi pubblici”

Recuperare fondi dall’evasione fiscale significa anche poter spendere per i servizi sociali e perfino, ha ricordato il sindaco di Reggio, ridurre le imposte. “Potremmo farlo nella seconda parte dell’anno – ha detto – se entreranno nuove risorse”. Oggi va ai Comuni il 100% di quanto recuperato dal fisco e nel 2011 il Comune di Reggio ha introitato 372mila euro, un piccolo Comune come Campegine 265mila, 73mila Cavriago e 52mila Casalgrande.

Da chi affitta in nero a chi svolge attività senza partita Iva, da chi ha una residenza fittizia all’estero a chi denuncia redditi risibili pur possedendo auto di lusso, sono tanti i casi di evasori finiti nel mirino dell’Agenzia delle Entrate grazie e alle segnalazioni dei Comuni. E singoli cittadini da qualche mese hanno cominciato a rivolgersi al numero 117 della Guardia di Finanza. “Una crescita vertiginosa di segnalazioni”, ha detto il generale Giancarlo Pezzuto, comandante della Guardia di Finanza di Bologna.

di Gian Piero Del Monte



© Riproduzione riservata